A0001940.jpg

Aperto nel cuore di Monghidoro, sull’Appennino tosco-emiliano, sin dal lontano 1956, il Forno di Calzolari si è imposto negli ultimi anni come punta d’eccellenza nel settore della panificazione e dei prodotti da forno grazie al recupero di tecniche di lavorazione vecchie come il mondo e all’attenta selezione delle materie prime.

La storia del nostro forno è lunga più di 60 anni: 60 anni di cibo semplice e pulito, 60 anni di gesti ripetuti, 60 anni di tempi aspettati, 60 anni di riti quotidiani.

Il fondatore del forno, "Francone", insieme alla moglie Graziana, ha dato vita a questa realtà fatta di farina, lievito, notti in "bianco", duro lavoro, molta cura e tanto amore.

Oggi tutta questa passione è passata nelle mani di Matteo, figlio di Francone, che insieme alla mamma, continua a sfornare molte pagnotte e porta avanti il rito quotidiano e magico di fare il pane. I segreti del meritato successo del Forno di Calzolari sono innanzitutto la farina biologica, proveniente dai grani coltivati nei campi che circondano

 
Esmach_4013_HR.jpg

Monghidoro e macinata rigorosamente a pietra. Poi il lievito madre, a cui Matteo affettuosamente ha dato il nome di “Gino” festeggiandone anche, ogni ottobre, il compleanno. Infine l’amore per il territorio, per i sapori semplici, per la tradizione ma anche per la ricerca. Quello del fornaio, infatti, è uno dei mestieri più antichi al mondo, una realtà che profuma di tradizione ma allo stesso tempo in continua evoluzione. Non a caso, Matteo, si contraddistingue per la sua continua ricerca che persegue quotidianamente sperimentando nuovi impasti o recuperando grani quasi estinti e tecniche di panificazione ormai dimenticate.

Da tutto questo insieme di ingredienti naturali ed eccellenti, nascono i diversi tipi di pane: Filunzen, Grani Antichi, Pane in cassetta, Rustico, Grano Spezzato, Montanaro, solo per citarne alcuni. Ma non solo... Crackers, streghe, grissini, dolci da forno, biscotti, crostate, pizze e crescenti. Matteo Calzolari, inoltre, è divenuto in breve tempo fornitore e amico dei grandi della ristorazione bolognese (e non solo) grazie, appunto, alla qualità assoluta dei suoi prodotti e alla trasparenza della sua filiera, e al tempo stesso ha mantenuto la dimensione di fornaio del paese, che continua a portare avanti nella bottega storica di Monghidoro. Ma non si è fermato qui. Negli anni è riuscito ad arrivare anche in città e si sono aggiunti il negozio di via delle Fragole a Bologna, il punto vendita dentro al Mercato di Mezzo nel centro storico della città in via clavature dal 2014, il banchetto che ogni settimana tiene nell’ambito del Mercato Ritrovato in via Azzo Gardino sempre a Bologna e l’ultima grande novità, l’apertura dentro Fico Eataly World. Qualità, cortesia, trasparenza, filiera cortissima: sono queste le parole chiave del successo del Forno di Calzolari, una realtà giovane ma che profuma di tradizione, un cuore antico con l’entusiasmo e l’energia di chi guarda al futuro.